San-Leo
Stemma-San-Leo

Emilia Romagna

San Leo (RN)

Notato da Dante che osservò la sua rupe nel 1306, si distingue per il borgo e la fortezza che si erge sullo strapiombo e nelle cui segrete fu tenuto rinchiuso fino alla morte il conte di Cagliostro. Il borgo si sviluppa attorno a una piazza con la torre civica, i palazzi nobiliari, la pieve di San Leo, eretta sul luogo dove il santo visse gli ultimi anni da eremita, con uno splendido ciborio in marmo sul presbiterio, e il Duomo con pietra arenaria, a ridosso dello strapiombo della rupe e privo di una vera facciata. Interessante la pinacoteca, con opere del Guercino e di Caravaggio. Alla figura del conte è legato anche il liquore di Cagliostro, eccellente e tipico digestivo a base di radici di liquirizia, secondo la leggenda creato dallo stesso conte.

San Leo (RN)

Informazioni e iscrizioni

Ufficio IAT, Cristina Protti tel: 0541 926967 fax: 0541 926973 email: info@sanleo2000.it

Dove sostare

Parcheggio riservato: Strada Leontina, Località Quattroventi

Note

Massimo numero di equipaggi: 30 Possibilità di accogliere equipaggi in auto+caravan

Il programma

SABATO 30 SETTEMBRE 2017

Area di Sosta riservata: Località Quattroventi – Ex Eliporto

Ore 12.00 - Palazzo Mediceo.
Saluto del Sindaco della Città di San Leo, del Consigliere Comunale delegato al Turismo e Cultura e dell’Amministratore Unico della Società San Leo 2000 Servizi Turistici S.r.l.
I partecipanti saranno omaggiati di una Borsa di Benvenuto contenente materiale informativo su San Leo.

A seguire: Brindisi di Benvenuto.

Ore 14.30 Ufficio Turistico I.A.T. (Piazza Dante) e inizio Visita al Parco Archeologico Urbano.
Il Parco Archeologico Urbano corrisponde a una delle due sommità del masso di San Leo.
L’altura è denominata “Monte Feliciano”, mentre sull’altro versante, che si innalza a Sud-Est del masso, si trova la Fortezza, instancabile custode della Città e del Montefeltro.
Sul Monte Feliciano sono visibili oggi la Cattedrale e la Torre Civica, ma l’intera area era caratterizzata da edifici religiosi e civili. Recenti studi, infatti restituiscono una visione più completa dell’area inserendo i monumenti visibili in un contesto integrato con altri edifici, ora scomparsi, che costituivano la cosiddetta Cittadella Vescovile, distrutta nella metà del secolo XIV dai Malatesti, antica residenza dei Vescovi di Montefeltro tra l’826 ed il 1572.

DOMENICA 1 OTTOBRE 2017

Ore 09.45 - Partenza dall’area di sosta con servizio navetta.
Ore 10.00 Visita all’Azienda Agricola Guido Cardelli Masini Palazzi.
L'azienda è biologica e produce cerali ad uso interno e foraggio per i capi in produzione ed è inoltre dotata di un allevamento bovino di razza marchigiana, destinato all’immissione di carne di qualità sul mercato.
Saranno proposte le seguenti attività didattiche: visita alle strutture aziendali e all’allevamento di bovini da latte e da carne; visita alla casa padronale di epoca medievale.
Ore 15.00 - Partenza da area di sosta con servizio navetta
Ore 15.30 Perdersi nel Forte.
Percorso storico animato da attori; una visita surreale e divertente alla ricerca di personaggi vissuti e passati per San Leo. A cura della Coop. Koinè.
Durante il percorso animato si potrà scoprire il possente apparato difensivo di San Leo, ideato da Francesco di Giorgio Martini, che sembra essere un prolungamento del masso che lo sostiene: è difficile distinguere fra l’opera della natura e quella dell’uomo, capace di potenziare i vantaggi del sito. Oggi al suo interno sono visibili mostre di armi, armature, la vita militare del medioevo, l’alchimista Cagliostro, le celle dei famosi reclusi, le oscure fortificazioni e la replica dell’enorme dipinto del Vasari, “Presa di San Leo”, il cui originale è situato in Palazzo Vecchio a Firenze nella sala dedicata a Papa Leone X.

Gallery